Tre sono le cose misteriose (T.Avoledo)

Tre sono le cose misteriose (T.Avoledo, Einaudi 2005) mi ha un po' spiazzato. Questo è un romanzo più "serio" del suo solito - meno voli di fantasia (nel senso di fanta-scienza, fanta-sociologia, etc), ma piuttosto un'incursione più diretta nel reale (che c'era anche ne Lo stato dell'unione, però in forma parodica). Tre giorni cruciali nella vita di un procuratore di tribunale internazionale, che lavora al processo di una specie di Saddam. Mi è piaciuto molto, e mi ha ricordato un racconto di Mozzi che mi piace molto. Ho trovato la quarta di copertina piuttosto fuorviante.

Venerdì 30 Dicembre 2005 at 09:49 am | | letture
Tag usati:

due commenti

Massimiliano

Curiosità: ha scritto un finale decente? È stato il grande difetto dei tre libri precedenti (beh, nello Stato dell’Unione non era male).

Massimiliano, () (URL) - 30-12-’05 13:47
Vincenzo

Massimiliano: è vero, di solito i finali di Avoledo sembrano scritti di corsa.
Questa volta, diciamo che il problema non si pone…

Vincenzo, () (URL) - 30-12-’05 19:12
Emoticons

Questa domanda serve per prevenire commenti spam da parte di programmi (chiedo scusa per l'imbecillit della cosa).
 

Mantenere le informazioni personali?
Nascondi email
Note: Tutti i tag HTML eccetto <b> e <i> saranno rimossi dal commento. Puoi inserire link semplicemente scrivendo l'url o l'indirizzo di e-mail.