Le mosche del capitale (P.Volponi)

Dopo Avoledo e Nothomb, era forse inevitabile (per me) la lettura di Le mosche del capitale (P.Volponi, Einaudi 1989), trovato poco tempo fa tra i remainders. In questo è ritratta l'industria italiana degli anni '80 (mentre in Avoledo e Nothomb troviamo un terziario-finanziario-bolla speculativa che, rispetto all'industria di Volponi, ha un prodotto molto meno chiaro). La vicenda descritta è grossomodo quella di un dirigente illuminato di origine umanista, tale Saraccini, che passa da un'industria media ad una molto più grande, da cui poi scappa a orecchie basse in occasione di problemi con i dipendenti (licenziamento di contestatori, sciopero dei ceti medi) che non intende gestire nel ruolo di capo del personale. Torna alla prima azienda, ma è solo un'anticamera alla pensione. Per chi non ha vissuto coscientemente quegli anni, l'intepretazione fortiniana (e a buon senso) è che la prima azienda è più o meno l'Olivetti (Adriano Olivetti è dedicatario del libro, e Volponi come altri intellettuali italiani ci ha lavorato a lungo), la seconda è più o meno la Fiat, nel periodo dello sciopero dei colletti bianchi.

Scorporare così la trama è un esercizio abbastanza inutile, perché il succo del libro sta altrove. La scrittura è molto particolare, anche se spesso serve per non comunicare niente: i dialoghi dei grandi capitani di industria di fatto non hanno un vero contenuto, e ciononostante comportano degli esiti pratici anche drammatici.  Io ho apprezzato soprattutto la prima metà, poi mi sono un po' perso; comunque, è stata una lettura a tratti appassionante.

Sabato 16 Giugno 2007 at 3:46 pm | | letture

due commenti

Giuseppe

Mi chiedo cosa ti spinga a parlar di questo romanzo quando la trama non è importante e la scrittura non comunica niente ..Molto approssimativo!

Giuseppe, () - 28-12-’08 20:09
Vincenzo

Per darti modo di esprimere anche il tuo parere… per quanto diverso dal mio.

Vincenzo, () (URL) - 28-12-’08 23:15
Emoticons

Questa domanda serve per prevenire commenti spam da parte di programmi (chiedo scusa per l'imbecillit della cosa).
 

Mantenere le informazioni personali?
Nascondi email
Note: Tutti i tag HTML eccetto <b> e <i> saranno rimossi dal commento. Puoi inserire link semplicemente scrivendo l'url o l'indirizzo di e-mail.