Come NON fare un motore di ricerca

Dovendo partire dall'aeroporto di Ronchi, ho deciso di vedere se per una volta potevo evitare di usare la macchina e pagare il parcheggio. Mi sono recato sul sito della SAF, ho scelto "Extraurbano regionale" dalla sezione degli Orari, ed ho cercato una corriera da Udine a Ronchi.

In generale, non si può andare da Udine a Ronchi: bisogna scegliere, in modo guidato, una specifica fermata di partenza e di arrivo: Udine non basta. Compare un "normalizzatore di indirizzi" (un nome che sicuramente dice molto all'utente medio), che aiuta a scegliere la fermata. Il problema è che da Udine si può partire da musei, gallerie, cinema, ospedali, municipio, Cappella Manin, Trivignano Udinese, perfino dalle prigioni dell'Abbazia di Moggio... ma non dalla stazione delle corriere (e nemmeno da quella delle Ferrovie, tra l'altro):

Venerdì 25 Giugno 2010 at 11:57 am | | varia | Un commento
Tag usati: ,

I cani vanno avanti (V.Brunettin)

Sto cercando di recuperare l'arretrato di microrecensioni: ancora 5 e sono all'attualità (qui per un'anteprima).

Purtroppo I cani vanno avanti (V.Brunettin, ALET 2010) non mi è proprio piaciuto. E' un intreccio di due o tre o quattro storie, messe assieme in modo non particolarmente necessario, con una serie di difetti che danno l'idea di 1) frettolosità e 2) un editor occupato a fare altro. Peccato perché nella scrittura si intravede della qualità. Un breve elenco delle cose che non mi piacciono e di quelle che non vanno:

  • i due protagonisti della traccia che dovrebbe tenere assieme il resto sono scrittori di successo: sostanzialmente delle figure irreali, stereotipate, da fiction televisiva. 
  • la storia della cagnetta Laika/1: la quarta di copertina è fuorviante, perché mi aspettavo qualcosa di più centrato proprio su Laika.
  • la storia della cagnetta Laika/2: già nei libri per bambini mi infastidisco quando vengono associati pensieri e comportamenti umani agli animali (perché si finisce per insegnare che il pitone che mangia il topo è un cattivone), e qui siamo oltre il buonsenso. Le tre candidate al posto di astronauta sono in competizione, ed esibiscono tutta la dinamica di emozioni della tipica velina al primo provino (più una sostanziale frigidità anche in presenza di estro, in comune con tutti i personaggi di sesso femminile del libro tranne una). Ovviamente vince la più bella.
  • anche se si intravede una possibile bella scrittura, a tratti è inutilmente appesantita da una sovrabbondanza di aggettivi, paragoni e metafore che un editor avrebbe dovuto considerare con più attenzione, sia per l'esito barocco, sia per evitare il ridicolo (esempio a memoria: "... il sesso appoggiato sul coperchio del water, appollaiato come un uccello decorativo").
  • Gli altri racconti che compaiono nel libro non paiono giustificati da alcuna ragione interna, se non come confusione nella testa della protagonista.

Difficile che io scriva male di un libro... ma bisogna essere onesti.

Mercoledì 23 Giugno 2010 at 1:15 pm | | letture | Nessun commento

Residenze estive 2010

La XI edizione di Residenze Estive - Incontri residenziali di poesia e scrittura - si terrà dal 24 al 27 giugno a Duino ed in varie altre località della Regione Friuli Venezia Giulia e della Slovenia. L'iniziativa è come al solito organizzata dall'associazione e rivista "Almanacco del Ramo d'Oro", dal Collegio del Mondo Unito, e dall'Editore Ramo D'Oro.

La locandina completa si trova qui.

Mercoledì 23 Giugno 2010 at 09:26 am | | doubleVie, succede | Nessun commento
Tag usati:

Cosa vuol dire "fondi di ricerca"

Cosa si intende per fondi di ricerca nel mondo civile e previdente?

Prendo spunto da un vecchio articolo uscito su The Scientist (A.McCook, The inequality of Science, 2006), in cui si discute delle diseguaglianze tra università e tra Stati (federati) nella capacità di attrazione dei fondi distribuiti dall'NIH (National Institutes of  Health, difficile dire a cosa corrisponde in Italia: è comunque il principale finanziatore statale della ricerca biomedica negli Stati Uniti). Anche se ci sarebbe da discutere sulle diseguaglianze, criticate nell'articolo e qua invece tra le opzioni possibili per il futuro delle nostre università, mi concentro su un piccolo dettaglio, per il quale riporto l'entità del finanziamento NIH alle prime 10 università nel 2004:

Rank
Organization
Amount
1
Johns Hopkins University
$599,151,309
2
University of Washington
$473,432,138
3
University of Pennsylvania
$464,076,925
4
UCSF
$438,778,831
5
SAIC
$403,213,237
6
Washington University
$388,307,875
7
University of Michigan
$368,176,446
8
UCLA
$361,593,433
9
University of Pittsburgh
$360,635,035
10
Duke University
$343,825,304

Al cambio attuale, 599 milioni di dollari sono 486 milioni di euro; 343 milioni di dollari sono 279 milioni di euro.

Quest'anno (2010) il Ministero dell'Università e della Ricerca (il nostro) ha bandito i cosiddetti PRIN ("Progetti di Rilevante Interesse Nazionale") relativi al finanziamento per il 2009, con un processo che finirà nel 2011, per un totale di 105 milioni di euro. Non per la ricerca biomedica: per tutta la ricerca. Aggiungiamoci il FIRB "Futuro in ricerca" per i giovani ricercatori: 25 milioni di euro. Aggiungiamo i fondi destinati dal Ministero della Salute per la ricerca finalizzata (questa volta biomedica): 101 milioni di euro nel 2009 (e come ormai da tradizione italiana, banditi nel 2010). La ricerca corrrente finanziata dallo stesso Ministero va a IRCCS, Istituto Superiore di Sanità, istituti zooprofilattici, Istituto Superiore di Sanità ed altri soggetti simili (ma non le università e gli ospedali non IRCCS), per un bel totale di circa 250 milioni di euro.

Se ci riferissimo solo ai fondi accessibili alle università, si tratta di circa 230 milioni di euro complessivamente (NB: gli USA hanno 5 volte gli abitanti dell'Italia, niente di più).  Anche aggiungendo qualche spicciolo qua e là, tutte le università italiane possono concorrere alla spartizione di quel che ottiene la decima università degli Stati Uniti per la sola ricerca biomedica. Cosa si può pretendere che si faccia, con questa elemosina?

Manca sicuramente qualcosa: aggiungete pure.

UPDATE: scopro da La Voce che le due linee del FIRB "Futuro in ricerca" ammontano in realtà a 45 milioni di euro (e non è l'unica cosa che si scopre, ma prendiamo questa). Si arriva a 250 milioni: sempre più vicini alla decima università statunitense...

Martedì 22 Giugno 2010 at 2:26 pm | | riCercare, vdm | Un commento
Tag usati: , ,

Festival "Acque di acqua": appuntamenti della settimana/2

Ecco altri appuntamenti, nella settimana in corso, per la 2° del edizione Festival itinerante internazionale di poesia (e non solo) “Acque di Acqua”:

S.Vito al Tagliamento, Teatro Arrigoni
Mercoledì 23 giugno, ore 21.00
letture
Michele Obit, Maurizio Bendetti, Marina Giovannelli, Gabriella Musetti, Giuseppe Mariuz, Silvio Cumpeta, Enzo Santese, Marina Moretti
musica
Barbara Errico, voce; Juri Dal Dan, tastiere

Reana del Rojale, Vergnacco, Parco delle Sculture Giovedì 24 giugno, ore 20.30
letture
Lorenzo Mullon, Mila Bratina, Giacomo Sandron, Michele Obit, Maurizio Benedetti, Marco Marangoni, Daniela Turchetto, Roberto Ferrari
musica
Gabriella Gabrielli, voce; David Cej, fisarmonica; Aleksandar Paunovic, chitarra

Trieste, Parco San Giovanni
Venerdì 25 giugno, ore 19.00
letture
Mila Bratina, Giacomo Sandron, Michele Obit, Valeria Rossella, Silvio Forza, Luigia Sorrentino
proiezione del documentario La Taranta di Gianfranco Mingozzi (Italia, 1962, 35mm, b/n, 20 min). Il primo documento filmato sul tarantismo salentino. Commento poetico alle immagini di Salvatore Quasimodo.

Beroun, castello di Kracovec
Sabato 26 giugno, ore 20.00
letture
Renzo Furlano, Giovanni Fierro

Gradisca d’Isonzo, galleria d’arte La Fortezza
Sabato 26 giugno, ore 18.00
letture
Roberto Tosoratti, Elisabeth Faller, Enrico Colussi, Marina Giovannelli

Lunedì 21 Giugno 2010 at 09:44 am | | doubleVie, succede | Nessun commento
Tag usati:

Caino (J.Saramago)

Nell'ultimo mese ho letto un paio di libri di Saramago, tra cui Caino (Feltrinelli 2010), il suo ultimo lavoro. E' nello stesso filone de Il Vangelo secondo Gesù, anche se dico subito che non ne è all'altezza (pur rimanendo libro leggibilissimo e da leggere).

In questo caso il protagonista è Caino, appunto, che a seguito della maledizione di dio inizia a viaggiare nel tempo, attraversando gli episodi biblici in cui avvengono crudeltà e ingiustizie a cura di dio o su suo ordine. Negli episodi Caino finisce per portare sempre  uno spunto minimo ma essenziale di umanissima carità; o meglio, alla luce delle preferenze di Saramago per le parole, di bontà :

"Se mi dicessero di disporre in ordine di precedenza la carità, la giustizia e la bontà, metterei al primo posto la bontà, al secondo la giustizia e al terzo la carità. Perché la bontà, da sola, già dispensa la giustizia e la carità, perché la giustizia giusta già contiene in sé sufficiente carità. La carità è ciò che resta quando non c'è bontà né giustizia"

Se la scrittura è quella di Saramago, e l'arguzia pure, ciò che mi ha convinto meno è proprio la scelta, che per un ateo è troppo ovvia, dell'espediente degli episodi crudeli. La lista è più o meno quella che si trova, per esempio, nel cap.VII de L'illusione di dio di Richard Dawkins. Ciononostante il libro è una bella lettura, come di consueto; semplicemente, non è un capolavoro.

"Se tu avessi disobbedito all'ordine, che sarebbe successo, domandò isacco, E' costume del signore mandare la rovina, o la malattia, a chi gli è venuto meno, Allora il signore è rancoroso, Penso di sì, rispose Abramo a voce bassa, come se temesse di essere udito, al signore niente è impossibile, Neanche un errore o un crimine, domandò isacco, Gli errori e i crimini soprattutto, Padre, non mi ci trovo con questa religione, Dovrai trovartici, figlio mio, non avrai altro rimedio".

Domenica 20 Giugno 2010 at 4:28 pm | | letture | Nessun commento
Tag usati: ,

Figlio del secolo (T.Maniacco)

Figlio del secolo (ed. KappaVu, 2008) è un altro racconto autobiografico di Tito Maniacco, relativo questa volta al periodo dell'infanzia e prima adolescenza fino alla seconda guerra mondiale, ed è anche la storia di Udine, o perlomeno di una sua parte: i borghi in cui il piccolo Tito giocava assieme ad i suoi coetanei. Se è storia, è storia dal basso: i ricordi infantili si intrecciano con la successiva formazione intellettuale di Maniacco, che rimette assieme, ricostruisce, fondendo, nel presente del racconto, il prima che come storico del Friuli Maniacco conosceva bene ed il poi, quello che è diventato grazie o nonostante quel presente.

Confesso che come scrittura mi è piaciuto un po' meno di Mestri di mont; forse per la misura diversa, in quanto la brevità di Mestri di mont non lascia modo di divagare troppo. Nel Figlio del secolo, ben più corposo, il filo è meno teso, corre dietro alle infinite curiosità del Maniacco lettore prima di tutto e scrittore e pittore e politico (come peraltro in diversi altri suoi testi).

Domenica 20 Giugno 2010 at 10:39 am | | letture | Nessun commento
Tag usati: , ,

PERAULISLIDRÎS (Paroleradici) di Carlo Vidoni

Ai Colonos di Villacaccia, ancora per una settimana, è esposta una bellissima installazione di Carlo Vidoni (di cui vedo poche informazioni online), realizzata per il convegno Alba Pratalia Araba.

Chi ama la lettura farebbe bene a visitarla, perché è molto suggestiva. Quel che ci ho visto io sono parole, in forma di libri, da cui ramifica (letteralmente) la vita, ma anche libri trafitti, passati parte a parte come se niente fosse da qualcosa che vive comunque. In giro, oggetti minacciosi. I libri di Vidoni mi hanno ricordato certi libri di scena di Peter Greenaway che avevo visto esposti alla Biennale di Venezia qualche anno fa (se non sbaglio, quelli de L'ultima tempesta).

Il tutto in una sede, I Colonos, che rimanda alla vecchia civiltà contadina friulana, ma che nel contempo è ormai da molti anni uno dei fulcri della cultura moderna del Friuli.  Tutto si lega.

Sabato 19 Giugno 2010 at 11:09 am | | doubleVie, succede | Nessun commento
Tag usati: ,

Addio Saramago

...

Così guardare in disparte la propria ombra con occhi invisibili e sorriderne mentre le persone cercano perplesse dove non c'è niente

E un bambino con innocenza si avvicina e tende le mani verso l'ombra che del corpo svanito conserva i fragili tratti ma non più l'odore

Ancora una volta infine il mondo e proprio il mondo e alcune cose fatte e raccontate e tante altre no ed esserne coscienti

Ancora una volta l'impossibile restare o il semplice ricordo d'essere stati

Per cui si conclude che niente c'è sotto l'ombra che il bambino solleva come una pelle scorticata

(da L'anno mille993)

Sabato 19 Giugno 2010 at 09:17 am | | doubleVie, succede | Nessun commento
Tag usati: ,

Le mappe dei tesori d'Italia e la mappa del tesoro di qualcuno / 2

Qualche notizia in più sull'associazione che stampa le preziose riviste che ci rappresentano all'Expo.

Intanto aveva già avuto un regalino: aveva prodotto una "rivista" bilingue in occasione del G8 (quanto spazio in quella mangiatoia...), distribuita poi ai partecipanti. 

Poi, grazie alla curiosità di un collega ed alla disponibilità di Google StreetView, possiamo anche farci un'idea di dove stanno associazione ed azienda: qui, in via Cacciatori 14 ad Arcore, troviamo la sede dell'associazione, mentre qui troviamo la sede della ditta (a occhio, potrebbe essere una delle casette sul fondo a destra).

Venerdì 18 Giugno 2010 at 08:33 am | | succede | Nessun commento

Le mappe dei tesori d'Italia e la mappa del tesoro di qualcuno

Ieri è saltato fuori che, sulla rivista che dovrebbe rappresentare il Friuli - Venezia Giulia all'Expo 2015 ed all'estero, "Le mappe dei tesori d'Italia", manca Udine e c'è pochissimo su Pordenone (qui la notizia sul Messaggero Veneto). Una immagine della Regione vista col daltonismo del centro-destra sicuramente non contempla i due capoluoghi governati dal centro-sinistra. La questione non è secondaria, perché la rivista, numero speciale Friuli - Venezia Giulia, è tradotta in sette lingue e stampata in 30.000 copie, con il patrocinio della Presidenza del consiglio, del ministero degli Esteri, di quello per i Beni e le attività culturali, e con il sostegno della Provincia di Udine.

Bene, io mi concentro sulla seconda parte dell'articolo. 30.000 copie per sette lingue per 21 regioni fa... un bel business editoriale da milioni di euro, dato in mano all'Associazione “Le mappe dei tesori d’Italia”, ed associato al sito www.italiamappe.it dove sono indicizzati e georeferenziati tutti (ma non proprio) i presunti tesori d'Italia.

Cos'è l'associazione  “Le mappe dei tesori d’Italia”? Ormai con Internet si trova tutto, e non sono il primo ad accorgermi che l'Associazione ha sede ad Arcore. Il Presidente è tale Claudio Chetta; il sito delle mappe è di proprietà dell'azienda Over, che apparentemente fa siti web ma non ne possiede uno suo (e non pare nemmeno averne registrati altri oltre questo). La proprietaria dell'azienda è tale Maria Chetta (un caso, senza dubbio). Come arrivano i soldi (e quanti) a questa associazione non a scopo di lucro? Perché proprio a questa associazione?

UPDATE: qualcosina in più in un nuovo post.

Mercoledì 16 Giugno 2010 at 08:34 am | | succede | Nessun commento

Festival "Acque di acqua": appuntamenti della settimana

Questi sono gli appuntamenti della settimana per la 2° del edizione Festival itinerante internazionale di poesia (e non solo) “Acque di Acqua”:

Giovedì 17 giugno, ore 20.00 Romans d’Isonzo, Laghetti
letture: Vincenzo Della Mea e Marco Iacobelli
con il cantautore Giancarlo Lombardi

Venerdì 18 giugno, ore 18.00 Fiume/Rijeka, Palazzo Modello Comunità degli Italiani
letture: Maddalena Capalbi, Marko Kravos, Claudio Martelli, Marina Moretti

Venerdì 18 giugno, ore 20.00 Romans d’Isonzo, Laghetti
letture Mila Bratina e Maurizio Benedetti

Sabato 19 giugno, ore 19.00 Gorizia, loc. San Mauro, Azienda Castel San Mauro
letture: Silvio Cumpeta, Francesco Tomada, Giovanni Fierro, Selena Garcia, Maria Sanchez Puyade
musica Exposurensemble (Mauro Bon/Simone Kodermaz/Roberto Duse/Graziano Kodermaz)
presentazione del nuovo cd Grunt 223

Info su www.culturaglobale.it. Il programma completo è anche qua.

Martedì 15 Giugno 2010 at 07:59 am | | doubleVie, succede | Nessun commento
Tag usati:

Perché rimanga traccia: i titoli di ieri di AGI e Il Giornale

Visto che il Web ricorda tutto ma se vuole cambia tutto a posteriori, tramite Piovono rane scopro che ieri, a seguito del rapimento del bambino in ospedale, almeno AGI e Il Giornale avevano titolato "Neonato rapito, caccia a due donne rom" (anche se era già chiaro che non era così). La traccia è ancora nella cache di Google, ma presto sparirà, e visto che Il Giornale ha già cambiato titolo, lascio qua un'immagine a futura memoria:

Come materiale aggiuntivo, ci sono abbondanti prove che i rom NON rapiscono i bambini (anzi, in un certo senso capita il contrario):

Martedì 08 Giugno 2010 at 7:33 pm | | varia | Nessun commento
Tag usati:

Festival di Poesia "Acque di acqua"

Acque di acqua
memorie_impossibilità_trasparenze
per un fluire di immagini, parole, suoni e incontri

Quattro mesi tutti dedicati alla poesia, con un Festival della Poesia itinerante internazionale, patrocinato da Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Provincia di Udine, Club UNESCO di Udine, Gorizia e Venezia, organizzazione AMREF, che si snoderà sul territorio del Friuli Venezia Giulia, ma anche in Austria, Slovenia, Croazia, Trentino Alto Adige e Veneto. Un programma che propone molte serate in cui le località prescelte ospiteranno le voci e gli autori più autentici della nostra realtà.
In un susseguirsi di letture, rappresentazioni teatrali, mostre d’Arte, performance musicali. Per disegnare una geografia intensa, di valenza artistica, culturale e sociale. Coinvolgendo, nelle sue 24 tappe, un centinaio tra poeti, musicisti e artisti italiani, sloveni, croati, cechi e austriaci.
Acque di Acqua, già nel suo titolo, vuole essere un omaggio alla necessità primaria alla sopravvivenza dell’uomo. Acqua come bene inalienabile, come diritto, come valore da difendere. Come fecondità da coltivare. Come moltitudine di culture e provenienze.
In un percorso che vede tanti e diversi poeti incamminati verso il comune mare della poesia. In un incontro che vuole essere propositivo, per allargare ogni possibile concezione del ‘fare comunità’. Per condividere e far conoscere la Poesia attraverso la collaborazioni con amministrazioni locali e altre realtà associative, per un maggior radicamento nel territorio che permette un più importante scambio di esperienze e conoscenze.

Giovanni Fierro e Renzo Furlano
Direzione artistica

Ecco i prossimi appuntamenti:


Medea, Villa S.Maria della pace, parco
Mercoledì 9 giugno, ore 21.00
letture
Roberto Marino Masini, Fabio Franzin, Mila Bratina, Michelina Piccolo

Cormòns, Sala Civica
Giovedì 10 giugno, ore 21.00
Omaggio a Tito Maniacco
lo ricordano Marina Giovannelli, Giuseppe Mariuz e Mario Turello
lettura scenica dell’attore Fabiano Fantini
musica
Roberto Daris, fisarmonica jazz

Romans d’Isonzo, Laghetti
Giovedì 17 giugno, ore 20.00
letture
Vincenzo della Mea e Marco Iacobelli
con il cantautore
Giancarlo Lombardi

Fiume/Rijeka, Palazzo Modello Comunità degli Italiani
Venerdì 18 giugno, ore 18.00
letture
Maddalena Capalbi, Marko Kravos, Claudio Martelli, Marina Moretti
Romans d’Isonzo, Laghetti
Venerdì 18 giugno, ore 20.00
letture
Mila Bratina e Maurizio Benedetti

Gorizia, loc. San Mauro, Azienda Castel San Mauro
Sabato 19 giugno, ore 19.00
letture
Silvio Cumpeta, Francesco Tomada, Giovanni Fierro, Selena Garcia, Maria Sanchez Puyade
musica
Exposurensemble (Mauro Bon/Simone Kodermaz/Roberto Duse/Graziano Kodermaz)
presentazione del nuovo cd Grunt 223

S.Vito al Tagliamento, Teatro Arrigoni
Mercoledì 23 giugno, ore 21.00
letture
Michele Obit, Maurizio Bendetti, Marina Giovannelli, Gabriella Musetti, Giuseppe Mariuz, Silvio Cumpeta, Enzo Santese, Marina Moretti
musica
Barbara Errico, voce; Juri Dal Dan, tastiere

Reana del Rojale, Vergnacco, Parco delle Sculture Giovedì 24 giugno, ore 20.30
letture
Lorenzo Mullon, Mila Bratina, Giacomo Sandron, Michele Obit, Maurizio Benedetti, Marco Marangoni, Daniela Turchetto, Roberto Ferrari
musica
Gabriella Gabrielli, voce; David Cej, fisarmonica; Aleksandar Paunovic, chitarra

Trieste, Parco San Giovanni
Venerdì 25 giugno, ore 19.00
letture
Mila Bratina, Giacomo Sandron, Michele Obit, Valeria Rossella, Silvio Forza, Luigia Sorrentino
proiezione del documentario La Taranta di Gianfranco Mingozzi (Italia, 1962, 35mm, b/n, 20 min). Il primo documento filmato sul tarantismo salentino. Commento poetico alle immagini di Salvatore Quasimodo.

Beroun, castello di Kracovec
Sabato 26 giugno, ore 20.00
letture
Renzo Furlano, Giovanni Fierro

Gradisca d’Isonzo, galleria d’arte La Fortezza
Sabato 26 giugno, ore 18.00
letture
Roberto Tosoratti, Elisabeth Faller, Enrico Colussi, Marina Giovannelli

Pozzuolo del Friuli, Le frascje di Garbìn
Sabato 1 luglio, ore 21.00
letture
Maurizio Mattiuzza, Marina Moretti, Giuseppe Mariuz, Michele Obit, Gabriella Musetti, Enzo Santese, Cristina Miceli, Erika Crosara
musica
Wine Cafè Standard Trio (Paolo Gregorig, sax; Giordano Chiarion, chitarra; Giampaolo Mrach, fisarmonica)

Sagrado, Parco Comunale Canale dei Dottori
Sabato 8 luglio, ore 21.00
letture
Pericle Camuffo, Juri Paljk, Lenka Danhelova, Vincenzo Della Mea, Erika Crosara
musica
Exposurensemble (Mauro Bon/Simone Kodermaz/Roberto Duse/Graziano Kodermaz)
presentazione del nuovo cd Grunt 223

Grimacco, Topolò
Venerdì 9 luglio, al tramonto
letture
Piero Simon Ostan, Maurizio Benedetti, Lenka Danhelova, Mila Bratina, Elisabeth Faller
musica
Veronika Vitazkova, flauto; Nicola Barbagli, oboe

Monfalcone, Piazza Falcone e Borsellino
Venerdì 9 luglio, ore 22.00
letture
Claudio Grisancich, Marina Moretti, Giuseppe Mariuz, Mary Barbara Tolusso, Enrico Colussi
musica
Caludio Cojaniz, pianoforte

Portogruaro, Vivai Bejaflor
Sabato 10 luglio, ore 18.30
letture
Velvet Afri, Piero Simon Ostan, Giacomo Vit, Selene Garcia, Maria Sanchez Puyade, Elisabeth Faller
musica
Porto del Jazz

Seeboden, Carinzia, Centro Culturale im.puls
Sabato 17 luglio, ore 19.00
letture
Elisabeth Faller, Maurizio Mattiuzza, Giovanni Fierro, Giacomo Sandron
musica
Andrea Casaccio, chitarra
nella galleria è ospitata la mostra d’arte degli artisti
Villi Bossi, Giulia Marsich, Novella Vernier

Gorizia, Wine Cafè 1628
Venerdì 30 luglio, ore 21.00
letture
Pericle Camuffo, Roberto Marino Masini, Stefano Moratto, Francesco Tomada
musica
Exposurensemble (Mauro Bon/Simone Kodermaz/Roberto Duse/Graziano Kodermaz)
presentazione del nuovo cd Grunt 223

Aquileia, piazza Chiesa San Antonio
Venerdì 6 agosto, ore 21.00
letture
Francesco Indrigo, Silvio Ornella, Fabio Franzin, Maurizio Mattiuzza, Daniela Turchetto, Elisabeth Faller, Roberto Marino Masini
musica
Gabriella Gabrielli, voce; David Cej, fisarmonica; Aleksandar Paunovic, chitarra

Udine, Corte Palazzo Morpurgo
Lunedì 23 agosto, ore 21.00
Di luoghi e di versi. Luoghi e suoni delle nostre parlate
letture
Silvana Paletti, Ivan Crico, Michele Obit, Renzo Bottin, Claudio Grisancich, Giuseppe Mariuz, Giacomo Sandron Luigina Lorenzini
musica
Marisa Scuntaro, voca; Michele Pucci, chitarra

Concordia Sagittaria, Piazza del Battistero
Giovedì 26 agosto, ore 21.00
Di luoghi e di versi. La parlata veneta
letture
Daniela Turchetto, Rita Gusso, Ivan Crico, Claudio Grisancich, Renzo Bottin, Giacomo Sandron, Piero Simon Ostan, Fabio Franzin
musica
Wine Cafè Standard Trio (Paolo Gregorig, sax; Giordano Chiarion, chitarra; Giampaolo Mrach, fisarmonica)

Associazione Culturale Culturaglobale
www.culturaglobale.it
– info@culturaglobale.it

Martedì 08 Giugno 2010 at 1:49 pm | | doubleVie, succede | Nessun commento
Tag usati:

La prima presentazione di Mandate a dire all'imperatore

"Mandate a dire all'imperatore", la nuova raccolta di poesie di Pierluigi Cappello, sarà presentata venerdì 4 giugno, alle ore 20.45, nell'aia dell'agriturismo Ai Colonos di Villacaccia (in caso di maltempo  nell'Auditorium comunale di Lestizza).
Nella serata interverranno lo scrittore Eraldo Affinati che ha curato la postfazione del libro e Stas' Gawronski, autore e conduttore di CultBook, la nota trasmissione televisiva della Rai dedicata ai libri, e coordinatore editoriale di RaiLibro, magazine on-line di informazione, approfondimento e critica letteraria di Rai Educational.
L'ingresso è libero.

Giovedì 03 Giugno 2010 at 09:56 am | | doubleVie, letture, succede | Due commenti
Tag usati: