Pierluigi Cappello vince il premio Viareggio per la poesia

E' appena uscita l'ANSA: Pierluigi Cappello ha vinto il premio Viareggio-Repaci per la poesia col suo ultimo Mandate a dire all'imperatore (Crocetti 2010). Le premiazioni sono domani sera; qualche informazione in più già ora su L'Unità.

Giovedì 26 Agosto 2010 at 9:48 pm | | doubleVie, succede | Un commento

Gli scrittori inutili (E.Cavazzoni)

Io con Cavazzoni mi diverto sempre. Gli scrittori inutili. 7 lezioni e 49 casi (E.Cavazzoni, Guanda 2010)  contiene 49 racconti tra lo stralunato ed il sarcastico sul mondo della letteratura. Il numero nasce dalla combinazione tra i sette vizi che l'aspirante scrittore deve conoscere, e le sette evenienze della vita che lo aiutano a diventare inutile. Forse potevano essere un po' meno, però sono racconti  godibilissimi purché uno non si senta scrittore utile oltre misura.

Un estratto dal racconto numero 22:

Due scrittori in riva al mare giocavano con la sabbia e il secchiello. C'era un terzo scrittore nei pressi che scavava con una paletta, e un quarto stava nell'acqua fino ai ginocchi contemplando le increspature del mare. Lontano, dove finiva la sabbia, un quinto scrittore succhiava un gelato.

«E' ora di scrivere» gridava ad un certo punto l'assistente sociale suonando allegramente una campanella. Al che tutti si alzavan festosi. Alcuni che erano in mare con il salvagente tornavano a riva; e così pure chi era tra gli scogli a guardare le alghe.
«Avete fatto le osservazioni?» chiedeva l'assistente sociale.
«» rispondevano gli scrittori in coro. «Anch'io le ho fatte» diceva in ritardo uno scrittore più basso, ancora tutto bagnato, e mostrava un sassolino. Al che ridevano tutti, e anche lo scrittore più basso rideva.
«Signorina - diceva uno scrittore che portava gli occhiali -, io ho fatto un buco e l'ho osservato.»
«Io ho osservato Michele».
«Io Giulio».
«Io ho dato il pane ai pesci».
«Signorina, io ho il costume bagnato.»

Qualcuno saltellava su una gamba sola per gioco, qualche altro teneva per mano l'amico del cuore. Poi entravano dentro la casa. (..)
Qualcuno si metteva la giacca, qualcuno restava in camicia o in maniche corte, secondo la provenienza e l'età. Poi tutti scrivevano. Non si sentiva volare una mosca. L'assistente sociale poteva lasciarli da soli. (...)
Verso sera gli scritti venivan raccolti.
«Metteteci i nomi - diceva l'assistente sociale -, e la data!»
Gli scritti venivano raccolti in una cartellina di plastica e lasciati ammonticchiati sopra un armadio. Nessuno il giorno dopo ci pensava più; tornavano al mare, e non risulta che finora ci abbia pensato più nessuno.

Martedì 24 Agosto 2010 at 6:31 pm | | letture | Nessun commento

Come NON fare un motore di ricerca/2

Questa volta ho voluto cercare un negozio Tre per vedere come cambiare piano tariffario, visto che sul sito suggerisce appunto di rivolgersi a un negozio o richiedere la visita di un agente.

Qui c'è la mappa che dovrebbe permettere sia di visualizzare la copertura di Tre, sia individuare negozi e centri di assistenza. Sono servizi abbastanza standard, fattibili con una certa semplicità. Eppure con i due browser a mia disposizione ci ho messo una decina di minuti a capire che, sostanzialmente, la mappa non serve a niente (non so se intenzionalmente o meno).

Intanto, inizialmente si vede la copertura ma i negozi e centri di assistenza sono disabilitati. Cliccando sul check-box per abilitarli si viene teletrasportati da qualche parte nella mappa ad alto ingrandimento (non so con che criterio, ma mi è capitato in Lazio, nell'alto Veneto e nella zona di Nimis).

Riducendo la scala si disabilita automaticamente il check box (perché?) ed a volte a cliccarlo di nuovo si viene di nuovo teletrasportati,, ma dopo un po' che si clicca qua e là si riesce ad essere posizionati nel punto che si vuole e contemporaneamente avere anche il check box dei negozi attivo. Solo che non si vede alcun segnalino sulla mappa, come ci si aspetterebbe visto che di fianco c'è una specie di legenda dei segnaposto per negozi, centri e entità miste. Tra l'altro, cliccando sulle icone dei segnaposto si va sempre ad una stessa pagina di segnalazione di possibili rallentamenti dei servizi telefonici di Tre.

Su Firefox tutto questo non succede in silenzio: ogni tanto si apre due volte un dialogo modale con l'indicazione di un errore.

Anche usando i menu sulla destra per scegliere regione e provincia il risultato non cambia finché non si arriva al livello del comune: la legenda sparisce e viene sostituita da... un elenco dei negozi e centri di assistenza nel comune selezionato, se ci sono, se no viene suggerito di cercare in un altro Comune adiacente. Ma allora la mappa a cosa serve?

Lunedì 23 Agosto 2010 at 1:08 pm | | varia | Nessun commento

Luciano Erba

Epifania

C'è in questo cielo di gennaio

della dodicesima notte

un'infinita pazienza

non sorgono domande

non occorre alzare gli occhi allo zenith

e non fa differenza seguire

la linea dei camini sopra i tetti

o lungo il granito dei muri

vedere, non vedere

tanto passare di umane ombre nere.

(da Il prato più verde, Guanda 1977)

Mercoledì 04 Agosto 2010 at 09:12 am | | doubleVie | Nessun commento

Pierluigi Cappello a Remanzacco

Martedì 3 agosto alle 21 a Remanzacco Pierluigi Cappello presenta il suo ultimo libro Mandate a dire all'imperatore (Crocetti 2010); lo introduco io. Se è bel tempo siamo all'aperto, nella nuova area di Vico Italico (dietro il Comune), altrimenti in biblioteca. 

UN GIORNO

Il tempo si è diviso grano a grano
a passi lunghi nel buio si è inoltrato nello sguardo
le cose rimangono cose nel giorno senza nome
il bicchiere sul tavolo, la bottiglia
la luce giallina delle sei che ne illumina la cima
stanno lì, tra la mia voce e me
come un pensiero non detto.
La vista non è più quella e sono solo.

Lunedì 02 Agosto 2010 at 08:23 am | | doubleVie, succede | Nessun commento