L'inglesina in soffitta (L.Masali)

A trovarli, in libreria i libri di Masali sono piazzati di solito tra quelli di fantascienza, e questo perché l'autore si sollazza con i se e con i ma: pratica ciò che alcuni amano chiamare ucronia, che difficilmente sarà mai l'etichetta di uno scaffale di libreria. L'inglesina in soffitta (Sironi, 2004) è apparentemente un romanzo storico, ambientato sul lago di Como nel periodo appena precedente la seconda guerra mondiale, ma... succedono dei fatti che hanno a che fare con la sparizione di Majorana e coinvolgono servizi segreti inglesi e americani, i secondi già forgiati secondo il modello che ci è diventato noto con Bush. Masali si diverte infatti a mettere in bocca (in modo del tutto verosimile) ai protagonisti statunitensi delle frasi che abbiamo sentito dire a Bush e Rumsfeld. L'ho letto con gusto perché ad un certo punto intriga, anche mi è venuto sempre da rimanere un po' fuori dal racconto: non mi è chiaro perché, anche se immagino sia dovuto al fatto che non c'è un personaggio con cui identificarsi (se non il bambino più piccolo, ma non basta).

Domenica 04 Aprile 2010 at 8:17 pm | ¶ | letture
Tag usati: , ,

Nessun commento

Emoticons

Questa domanda serve per prevenire commenti spam da parte di programmi (chiedo scusa per l'imbecillità della cosa).
 

Mantenere le informazioni personali?
Nascondi email
Note: Tutti i tag HTML eccetto <b> e <i> saranno rimossi dal commento. Puoi inserire link semplicemente scrivendo l'url o l'indirizzo di e-mail.