Giovanni Giudici (1924-2011)

C'è tanta vita e tanta morte nelle poesie di Giovanni Giudici. Scelgo questa da O Beatrice: uno dei suoi sogni ironici e crudeli.

Descrizione della mia morte

Poiché era ormai una questione di ore
Ed era nuova legge che la morte non desse ingombro,
Era arrivato l’avviso di presentarmi
Al luogo direttamente dove mi avrebbero interrato.
L’avvenimento era importante ma non grave.
Così che fu mia moglie a dirmi lei stessa: prepàrati.

Ero il bambino che si accompagna dal dentista
E che si esorta: sii uomo, non è niente.
Perciò conforme al modello mi apparecchiai virilmente,
Con un vestito decente, lo sguardo atteggiato a sereno,
Appena un po’ deglutendo nel domandare: c’è altro?
Ero io come sono ma un po’ più grigio un po’ più alto.

Andammo a piedi sul posto che non era
Quello che normalmente penso che dovrà essere,
Ma nel paese vicino al mio paese
Su due terrazze di costa guardanti a ponente.
C’era un bel sole non caldo, poca gente,
L’ufficio di una signora che sembrava già aspettarmi.

Ci fece accomodare, sorrise un po’ burocratica,
Disse: prego di là – dove la cassa era pronta,
Deposta a terra su un fianco, di sontuosissimo legno,
E nel suo vano in penombra io misurai la mia altezza.
Pensai per un legno così chi mai l’avrebbe pagato,
Forse in segno di stima la mia Città o lo Stato.

Di quel legno rossiccio era anche l’apparecchio
Da incorporarsi alla cassa che avrebbe dovuto finirmi.
Sarà meno d’un attimo – mi assicurò la signora.
Mia moglie stava attenta come chi fa un acquisto.
Era una specie di garrota o altro patibolo.
Mi avrebbe rotto il collo sul crac della chiusura.

Sapevo che ero obbligato a non avere paura.
E allora dopo il prezzo trovai la scusa dei capelli
Domandando se mi avrebbero rasato
Come uno che vidi operato inutilmente.
La donna scosse la testa: non sarà niente,
Non è un problema, non faccia il bambino.

Forse perché piangevo. Ma a quel punto dissi: basta,
Paghi chi deve, io chiedo scusa del disturbo.
Uscii dal luogo e ridiscesi nella strada,
Che importa anche se era questione solo di ore.
C’era un bel sole, volevo vivere la mia morte.
Morire la mia vita non era naturale.

Mercoledì 25 Maggio 2011 at 08:40 am | | doubleVie | Nessun commento
Tag usati: ,

A Udine: 3rd Nottingham Image Analysis Training School

It is our great pleasure to announce the program and invite you to the 3rd Nottingham Image Analysis Training School (NITS) to be held at the University of Udine in Italy in June 2011. The NITS event is being organized by the EU COST Action IC0604 "European Telepathology Network", with support from the University of Udine and of The University of Nottingham (United Kingdom). A world class faculty will be present to provide training in the use of image analysis in Pathology and there will opportunities to develop collaborative links in an informal and relaxed setting.

Further info: http://www.eslide.net/nits2011/.

Lunedì 23 Maggio 2011 at 11:35 am | | riCercare, succede, vdm | Nessun commento

Festival Internazionale Itinerante di Poesia

“Camminando camminando”  III edizione del Festival Itinerante Internazionale di Poesia  “Acque di Acqua”
www.festivalinternazionalepoesia.it

Parte la carovana della poesia itinerante internazionale. Stazione di partenza Cormòns domenica 22 maggio, quella di arrivo Redipuglia 23 settembre, nel mezzo ben 22 tappe con poesia e musica attraversando cinque nazioni: Repubblica Ceca, Austria, Slovenia, Croazia e Italia, la nostra regione ed il Veneto. Una manifestazione proposta dall’associazione Culturaglobale di Cormòns e associazione Equilibri di Gorizia, denominata “Camminando, Camminando” III edizione del Festival itinerante Internazionale di Poesia “Acqua di acque”, che quest’anno, dopo Celso Macor e Elio Bartolini, ha come poeta di riferimento il compianto Luciano Morandini.

Le tappe:
Cormòns 22/05, Aviano 25/05, Udine 26/05, Trieste 11/06, Cormòns 12/06, Reana del Rojale 15/06, Medea 15/06, Beroun Repubblica Ceca 18/06, Lestizza di Galleriano 18/06, Gorizia 24/06, Campoformido 25/06, Pozzuolo del Friuli 30/06, Fiume/Rijeka Croazia 01/07, Portogruaro 02/07, Romàns d’Isonzo 08/08, Grimacco, Topolò/Toplove 08/08, Gradisca d’Isonzo 16/07, Caporetto/Kobarid Slovenia 16/07, Moraro 08/08, Basiliano 31/08, Seeboden (Carinzia) Austria 10/09, Redipuglia 23/09.

I direttori artistici
Renzo Furlano e Francesco Tomada Culturaglobale Cormòns
Giovanni Fierro Equilibri Gorizia

Lunedì 23 Maggio 2011 at 11:04 am | | doubleVie, succede | Nessun commento
Tag usati: