Piccolo aggiornamento di ABILITANVUR

Siamo oltre 44000 "calcoli" fatti da ABILITANVUR.

Nell'ultima versione, grazie ad un suggerimento di Carmen sul blog, ho aggiunto un campo per indicare i mesi da sottrarre all'età accademica nei casi previsti. 

Ho anche reso più flessibile la lettura dei file provenienti da ISI, che a volte (e non so perché) contengono più campi di quelli che si vedono qua a Udine. Però alcuni dei file non funzionanti che mi sono stati spediti come esempio non contengono il numero di citazioni per articolo, per cui non sono utilizzabili per due dei tre parametri bibliometrici. 

Se qualcuno ha qualche file di ISI/WoS che non funziona, verifichi prima di tutto che il campo TC ci sia e contenga qualcosa. Se sì e non funziona, per cortesia me lo spedisca che investigo. Sempre che nel frattempo non sia uscito il famoso semaforo.

Giovedì 25 Ottobre 2012 at 4:04 pm | | riCercare, vdm

cinque commenti

Chiara

Caro Vincenzo,
Grazie mille per il software che hai messo a disposizione.
Io ho creato un file CSV come indicato nell’esempio. Ovvero ho creato un file di testo e ho riportato le informazioni in questo modo:

anno,citazioni,tipo
2012,0,J
2012,1,J
2012,0,
2011,28,J

Il problema che riscontro è che il software non riesce a calcolare l’età accademica che risulta essere 2013! Non riesco a capire dove si trova l’errore e ti volevo chiedere un aiuto a riguardo.

Grazie mille,

Chiara

Chiara, - 30-10-’12 11:39
Chiara

Scusami, ora funziona!

Non ho capito ancora qual era il problema, ma ho salvato le informazioni su un nuovo file di testo e ora funziona.

Grazie,

Chiara

Chiara, - 31-10-’12 09:39
Luca

Gentilissimo Vincenzo,
volevo chiederti un parere sulla età accademica. Due FAQ ANVUR si contraddicono:
1- “Come da delibera 50, è stato considerato l’anno nel quale compare la prima pubblicazione su loginmiur. Sia esso l’anno T. L’ età accademica (EA) è pari a ((2012 – T) +1).” Che è quella che applichi in ABILITANVUR
2- “ periodi di congedo previsti dal decreto vanno sottratti dall’età accademica. Deve invece restare invariato il periodo di riferimento valido per l’ammissibilità delle pubblicazioni (ad esempio, se si considerano pubblicazioni nel decennio 2002-2012 e congedi per 2 anni, non è consentito includere pubblicazioni del periodo 2000-2002, ma il numero di pubblicazioni del periodo 2002-2012 va normalizzato per 8 anni moltiplicandolo per il fattore 10/8).” Questo implica che qui hanno calcolato l’età accademica come 2012-T. Altrimenti con 2012-T+1 non avrebbero ottenuto una normalizzazione in 10/8 ma in 10/9.

In più Età accademica è definita come “il periodo di tempo successivo alla data della prima pubblicazione scientifica pertinente al settore concorsuale, tenuto conto dei periodi di congedo per maternità, di altri periodi di congedo o aspettativa diversi da quelli per motivi di studio, nonché di interruzioni dell’attività scientifica per fondati motivi da valutare in relazione al curriculum del candidato (Art. 1, comma 1.q) del DPR 76/2012)”.

Essendo il periodo di tempo SUCCESSIVO, il +1 come è stato aggiunto?

Grazie,

Luca

Luca, - 02-11-’12 02:10
Grazia

Vorrei capire come è calcolato il cH o meglio, perchè in alcuni casi viene classificato come cH=5 quando, andando a vedere nella specifica dei lavori considerati, il 5° ha un S=4.67 (il 6° è S=4)? .
In un altro caso, invece, un S=9.6 fa si che il cH totale sia =9 (il 10° e 11° lavoro hanno un S=8.8)

Grazia, - 03-11-’12 11:35
Vincenzo

Luca: penso sia una domanda da FAQ di ANVUR.
Grazia: più che guardare cosa c‘è dopo l’ultimo lavoro considerato, guarderei cosa c‘è prima. Sul perché, ci sono i primi commenti sull’altro post (Salvatore in particolare, che mi aveva fatto notare un mio errore): http://www.dellamea.it/enzo/blog/archive..

Vincenzo, - 12-11-’12 12:50
Emoticons

Questa domanda serve per prevenire commenti spam da parte di programmi (chiedo scusa per l'imbecillit della cosa).
 

Mantenere le informazioni personali?
Nascondi email
Note: Tutti i tag HTML eccetto <b> e <i> saranno rimossi dal commento. Puoi inserire link semplicemente scrivendo l'url o l'indirizzo di e-mail.