A picture of Vincenzo Della Mea

Vincenzo Della Mea

Da molti anni scrivo versi, seppure con parsimonia.

Ho pubblicato la mia prima raccolta nel 1999 (L'infanzia di Goedel, ed. La Barca di Babele; prefazione di Elio Grasso, illustrazioni di Safet Zec). La seconda è del 2004 (Algoritmi, ed. Lietocolle, 2004; prefazione di Franco Buffoni, illustrazioni di Carlo Vidoni); nel 2008 la plaquette I sogni della guerra è uscita nella collana "In viaggio" del Circolo Menocchio. Algoritmi ha vinto il premio "Nelle terre dei Pallavicino" 2005, è stato finalista al premio Lorenzo Montano 2005, Verona, ed infine ha vinto il secondo premio al premio biennale di poesia "Caterina Percoto", Manzano.

Mie poesie sono apparse anche su rivista (Nuovi Argomenti, Daemon, Nazione Indiana, LiberInVersi,Caffè Michelangiolo, Almanacco del Ramo d'Oro, Zeta, Quaderni della FACE, Corrispondenze).

Assieme a Gianluca D'Andrea ho curato un'antologia su poesia e computer, intitolata Verso i bit (Lietocolle).

Ho anche collaborato alla redazione di un numero su scienza ed arte della rivista Daemon (numero 13, novembre 2005). Dai due miei contributi ho tratto un incontro pubblico intitolato Il gene di Leopardi - scienza e letteratura (Udine, 28 aprile 2006).

È online una selezione di poesie che era uscita nel 1997 sulla rivista Corrispondenze, con nota di Mario Turello. Parte di quelle poesie è confluita poi ne L'infanzia di Goedel.

testi/Algoritmi

Occasionalmente leggo i miei testi in eventi pubblici.

Letture e presentazioni

(Altre info sul blog)

Recensioni Cose da bee-jay

Occasionalmente mi dilungo su alcuni dei libri che ho letto.


Valid XHTML 1.0! Valid CSS!